NUOVO STATUTO NAZIONALE

A.N.P.A.N.A.

O.E.P.A.

Associazione Nazionale Protezione Ambiente Natura Animali

Organizzazione Europea Protezionista Animali-Ambiente

 CAPO I°

Denominazione e Scopi dell’Associazione

 Art. 1


È costituita, ai sensi della legge 266/91, l’Associazione denominata ASSOCIAZIONE NAZIONALE PROTEZIONE AMBIENTE NATURA ANIMALI - ORGANIZZAZIONE EUROPEA PROTEZIONISTA ANIMALI-AMBIENTE in forma abbreviata A.N.P.A.N.A. - O.E.P.A. (ANPANA - OEPA) o (A.N.P.A.N.A. - OEPA) o (ANPANA - O.E.P.A.) con sede legale in Via Capo Colonna, 6 - 87027 Paola (CS),  potranno essere aperte in altre Città d’Italia e di Europa altra sedi legali per motivi logistici e di opportunità, previa adozione di atto deliberativo del Consiglio Nazionale. Nei suoi principi statutari e fondativi, l’Associazione si rispecchia  nella precedente organizzazione nata e fondata il 03.04.1985 con vecchia sede in Via Pistoia 1/B Roma che aveva la seguente denominazione:  Associazione Nazionale Protezione Animali Natura Ambiente con suo emblema nel quale era riportata la sigla OEPA”. Tale emblema viene fatto proprio dalla nuova A.N.P.A.N.A. - OEPA, così come tutti i riconoscimenti e le dotazioni allora in uso e autorizzate alla vecchia organizzazione.

Gli scopi dell’Associazione sono:

A - provvedere alla protezione dell’Ecosistema con particolare riguardo agli Animali, all’Ambiente, all’Ecologia e, di riflesso, a tutta la Natura, con l’esclusivo perseguimento di finalità di solidarietà sociale.

B - svolgere attività di Tutela e Protezione animali, Ambientale, di Protezione Civile e dei Beni Culturali, archeologici ed architettonici nonché dell’Arredo Urbano. In particolare attivando incontri culturali con le scuole, con i giovani e con qualsivoglia cittadino europeo. Di impegnarsi per la divulgazione di sani principi Ecologici e Animalisti e intraprendere tutte le iniziative compatibili con la funzione dell’Associazione senza interferire con l’attività di altri Enti ed Istituzioni.

C - svolgere tutte quelle attività, attraverso l’organizzazione e la istituzione di Guardie Zoofile Ecologiche; di Guardie Zoofile; di Guardie  per il servizio di polizia Eco Zoofila; di Guardie Ambientali, Rurali e Campestri e di Guardie Venatorie e per la Pesca in collaborazione con le Pubbliche Istituzioni, dirette alla vigilanza sulla osservanza delle leggi e dei regolamenti generali e locali relativi alla salvaguardia della natura, dell’ambiente, della protezione degli animali e alla difesa del patrimonio zootecnico ivi compresa caccia e pesca. Il servizio di tali Guardie sarà normato da specifici regolamenti.

D - svolgere attività di Protezione Civile, attraverso i propri operatori volontari opportunamente preparati nei diversi settori,  istituendo, ove possibile,  specifici gruppi operativi nei diversi settori di P.C.. Tali attività saranno normate da specifici regolamenti.

E - preparare e attuare corsi di formazione per i propri operatori.

F - preparare e attuare corsi di formazione in collaborazione con Istituzioni Pubbliche.

G - preparare e/o  attuare progetti attinenti i propri scopi statutari.

H - predisporre e studiare con le Istituzioni: Stato, Regioni, Province, Comuni ed altri Enti Locali, le soluzioni di problematiche inerenti il campo della natura, dell’ambiente, della protezione degli animali, della Protezione Civile e dei beni culturali, archeologici ed architettonici e dell’arredo urbano.

I - collaborare con i Ministeri dell’Ambiente, della Salute e degli Interni, con la Protezione Civile e con tutte le altre Associazioni - Enti - Istituzioni pubbliche e private, anche attraverso forme convenzionali, il cui interesse sia rivolto alle attività pertinenti gli scopi statutari dell’Associazione e che abbiano come finalità la salvaguardia dell’esistenza di qualsiasi forma di vita sul pianeta ai sensi della legge 266/91.

L - effettuare attività sportive dilettantistiche in tutte le discipline che l’organizzazione intenderà intraprendere, affiliandosi all’occorrenza a specifiche Federazioni Nazionali ed Europee.

M - attivarsi per ottenere sussidi economico-finanziari per l’esistenza ed il miglioramento dell'Associazione stessa, organizzando attività sportive e culturali, creando un giornale periodico, stipulando convenzioni con Istituzioni pubbliche e private, etc. etc. .

N - non aver scopo di lucro. Tutti i proventi delle attività non potranno, in nessun caso, essere divisi fra gli associati, sia in forma diretta che indiretta, a meno che la destinazione o la distribuzione non siano imposte per legge o siano effettuate a favore di altre organizzazioni di volontariato o ONLUS, che per legge, statuto o regolamento fanno parte della medesima ed unitaria struttura.

O - reinvestire, obbligatoriamente, eventuali avanzi di gestione, a favore di attività istituzionali statutariamente previste.

P – Garantire che i membri eletti alle cariche associative, gli associati, gli operatori, svolgano i loro compiti a titolo volontario e gratuito; agli stessi possono essere rimborsate le sole spese sostenute per la loro attività ai sensi della normativa vigente.

Q – Assicurarsi che in caso di scioglimento o cessazione dell’Associazione, tutti i beni, dopo la liquidazione, saranno devoluti ad altre organizzazioni di volontariato operanti in identico e analogo settore, ai sensi dell’art. 5, comma 4 della L. 266/91.

R – Garantire che tutte le attività svolte saranno eseguite in ottemperanza ed entro i limiti stabiliti dagli artt. 2 e 3 della L. 266/91

CAPO II°
Amministrazione Centrale
Art. 2

 Gli organi dell’Amministrazione Centrale dell’Associazione sono:

a Assemblea Generale dei delegati delle Sezioni Provinciali e loro Presidenti;

b – Il Presidente Nazionale; 

c – Il Consiglio Nazionale;

d – Il Collegio dei Revisori.

Art. 3

 
L’Amministrazione Centrale è eletta dall’Assemblea Generale dei delegati delle Sezioni Provinciali e loro Presidenti, all’uopo convocata. Essa dura in carica 5 anni e può essere rieletta.

Art.  4

L’Assemblea Generale dei delegati delle Sezioni Provinciali e loro Presidenti è convocata dal Presidente Nazionale:

a - Ogni anno per l’approvazione del conto economico nazionale redatto dal Consiglio Nazionale;

b - Ogni 5 anni elegge il Presidente Nazionale, il Vice Presidente, il Consiglio Nazionale e il Collegio dei Revisori dei Conti;

c - Ogni anno stabilendo le direttive e le attività istituzionali.

È costituita dai Presidenti delle Sezioni Provinciali e dai delegati, soci dell’associazione, appartenenti alle Sezioni Provinciali regolarmente costituite attraverso la elezione dei Consigli Direttivi Sezionali. Ogni Sezione Provinciale potrà indicare oltre al suo Presidente Provinciale un delegato secondo il seguente schema:

- numero di soci fino a 30, un delegato;

- numero di soci fino a 60, due delegati;

- numero di soci fino a 100, tre delegati;

- numero di soci fino a 150, quattro delegati;

- numero di soci fino a 200, cinque delegati;

- numero di soci oltre 200, sei delegati.

L’indicazione e la nomina dei delegati sarà effettuata dai CDS, comunicati alla Presidenza Nazionale la quale provvederà a istituire un elenco pubblico nazionale dei Delegati Sezionali, valido per tutto il mandato dei Consigli Direttivi Sezionali. Le Sezioni Provinciali costituite in forma Commissariale potranno indicare solo 1 (uno) delegato oltre il Commissario.

Ogni delegato ha diritto ad un voto. Le deliberazioni dell'assemblea in prima convocazione sono prese a maggioranza di voti e con la presenza fisica o per delega di almeno la metà dei delegati.

In seconda convocazione le deliberazioni sono valide a maggioranza, qualunque sia il numero degli intervenuti. Nel conteggio della maggioranza dei voti non si tiene conto degli astenuti.

L'assemblea è presieduta dal Presidente dell'Associazione o, in sua assenza, dal vice Presidente o, in assenza di quest'ultimo, da un membro del Consiglio Direttivo designato dalla stessa assemblea o da un delegato del Presidente Nazionale.

Le funzioni di segretario sono svolte dal Segretario Nazionale o, in caso di suo impedimento, da persona nominata dal Presidente dell'assemblea.

I verbali dell'assemblea saranno redatti dal Segretario e firmati dal Presidente e dal Segretario stesso.

 

 anpanaoepa@libero.it

HOME